Duca's Band story


Estate 1983 …. a pochi metri dalla riva un juke box sparava Roll di Ritchie Valens,Presley, Chuck Berry, Beatles… I primi bikini muovevano il bacino, e qualche marmocchio le guardava e marcava il battere ostinato con paletta e secchiello. QUEI MARMOCCHI STAVANO PER DIVENTARE DEI DUCA’S PLAYER. "Il DUCA" Davide De Luca incendiario chitarrista hendrixiano, Daniele Rosati dall’ugola irruente. Amici per la pelle e animali da palco sottopelle, non sopportavano quelle righe del quieto vivere quotidiano. Poco più a Sud, sullo stesso versante costiero, accadevano cose simili. Con la pelle scura baciata dai raggi del sole, il piccolo Vincent Caporrelli, SI APPRESTAVA A DIVENTARE IL TIC-TAC DI UN GRANDE OROLOGIO MUSICALE che tra qualche anno l'avrebbe visto protagonista in energetici assoli con la sua scintillante batteria, osservando e scandendo il ritmo dettato dal movimento di quell'ancheggiare di splendide ragazze sulla passerella dello stabilimento balneare. In solitaria, invece, da giovanissimo, inizia la carriera musicale di Domenico Bomba, che da principio per tradizione popolare, abbraccia, in tutti i sensi, un altro strumento, la fisarmonica. Con i suoi virtuosismi fa ballare e divertire tantissima gente in moltissime località abruzzesi. Ma tra le sue dita e nel suo animo pacato, covavano le ceneri del rock che è stata la colonna sonora della sua infanzia. L'ANIMALE DEL ROCK DOVEVA USCIRE FUORI E PRIMA O POI L'AVREBBE FATTO! Passa qualche annetto rispetto agli altri componenti della DUCA'S BAND, ma respirando la stessa aria di mare e influenzato dagli stessi mostri sacri del Rock, inizia il cammino musicale Di Marco D'Angelo, il più giovane della band, che in tenera età inizia a schiacciare i tasti bianchi e neri di un pianoforte per poi scoprirsi un talentuoso chitarrista.

Nell’inverno ’del 2002, l’arco era ben teso e le frecce pronte a solcare il cielo. IL juke box dell’infanzia con i suoi dischi mitici del Rock’n’Roll dovevano uscire ancora una volta da quel pratico ma tiepido vinile. PERCHE' LA MUSICA CHE ATTRAVERSA IL CORPO PROVOCANDO ECCITANTI BRIVIDI E PALPITAZIONI IMPAZZITE..E' SOLO MUSICA LIVE. Aprire un varco in the "other side" come il fratello Jim ne è da sempre portavoce, era il più forte dei loro desideri. SFIDARSI IN UNA NUOVA ESPERIENZA E RENDERE ANCORA VIVA LA MAGIA DI UNA TRASCINANTE ROCK’N’ROLL BAND CON RIFERIMENTO ALLA CLASSICA SCALETTA DA JUKE BOX DA MUSEO.

Gente nuova da incontrare, fortuna e casualità su quella statale 16 scottante di mare, tradizioni, giovani … e… “Pura Vida”! Il Rock era nascosto dietro l’angolo...come il futuro motore pulsante dei Duca’s. Vincent Caporrelli Batterista Bonziano, il suo telefono squillò per caso, in meno di due ore e pochi km di statale 16 la stanza del deo Apollo vibrava per la prima volta. Li trovò la prima formazione della band che vedeva già alla voce Daniele Rosati e alla chitarra Davide De Luca, "Il Duca". Il sound della Duca’s Band stava prendendo forma. Dopo soli 3 mesi di prove arriva la prima serata… nel passare degli anni la formazione acquista ulteriore stabilità con l’arrivo del “Bomba” Domenico Bomba al basso, che diventa un punto fermo della band e nel 2012, dopo diverse nottate a far l'alba intonando le classiche canzoni da falò, alzando magari anche un pò il gomito con Daniele e il Duca, in una delle tante serate post-concerto, arriva all'altra chitarra Marco D'Angelo....(to be continued)..


Scopri la storia della Duca's Band attraverso le loro locandine....CLICCA QUI!